Nel 2007, per la realizzazione del progetto MAGICMiglioramento dell’Appropriatezza nella Gestione degli Indicatori Clinici – realizzato nelle Regioni Abruzzo e Marche in collaborazione con SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) e SEMG (Scuola Europea di Medicina Generale), opeNETica S.r.l. ha messo a punto 4 software per la gestione dei pazienti affetti da ASMA, BPCO, IPERTENSIONE e DIABETE denominati, rispettivamente, Quick ASMA Magic, Quick BPCO Magic, Quick Ipertensione Magic e Quick Diabete Magic.

L’audit MAGIC
Il progetto MAGIC (Miglioramento dell’Appropriatezza nella Gestione degli Indicatori Clinici) è un percorso di audit clinico basato sull’immissione standardizzata di dati clinici nella gestione di alcune patologie croniche importanti (diabete, ipertensione arteriosa, asma, BPCO) mediante l’adozione di uno strumento software Quick-opeNETica di implementazione di linee guida nella pratica professionale.

Dimostrare appropriatezza significa essere in condizione di esprimere il nesso tra diagnosi e prescrizione e motivare le scelte e le situazioni cliniche oggetto di analisi. In questo contesto assumono sempre maggiore rilevanza alcune esigenze professionali non sempre ovvie e semplicemente raggiungibili:

  1. la necessità di una chiara e univoca definizione diagnostica delle patologie croniche (BPCO, asma, scompenso cardiaco ecc.);
  2. la necessità di ottimizzare le relative terapie farmacologiche croniche in base a quanto previsto dalle linee guida di riferimento;
  3. la necessità di assicurare una copertura farmacologica costante nel tempo senza immotivate sospensioni e variazioni. Quest’ultimo punto rappresenta una particolare criticità alla luce della frammentarietà di approccio delle diverse figure professionali che il paziente trova nei suoi percorsi assistenziali.

Una delle caratteristiche delle patologie croniche è la loro necessità di gestione multi disciplinare e se questo avviene, come avviene, senza una logica di sistema e di approccio integrato, determina una frammentazione assistenziale che si riflette nelle difficoltà di condurre negli anni una terapia farmacologica costante e ottimizzata.

Premesse
L’immissione dei dati relativa a patologie croniche (asma, BPCO, diabete, ipertensione arteriosa), prima dell’uso dello strumento Quick, era tale da non consentire un’adeguata stadiazione e conseguente dimostrazione di appropriatezza per mancanza di sistematicità nell’approccio e completezza nella registrazione dei dati clinico-anamnestici e strumentali.

Risultati
L’uso dello strumento Quick, nella fascia di pazienti in cui è stato applicato, ha consentito ai 150 MMG partecipanti al progetto, di migliorare la standardizzazione della gestione delle patologie e di effettuare analisi in grado di dimostrare il livello di appropriatezza nella gestione diagnostico terapeutica della patologia in esame. Le correlazioni tra stadio di malattia e livello terapeutico, derivate ad esempio dall’uso dal Quick ASMA e dal Quick BPCO, non sarebbe stata possibile con l’uso degli strumenti correnti di gestione dell’ambulatorio e non risultano presenti in altre analisi effettuate in precedenza.

I software Quick utilizzati nel progetto MAGIC hanno permesso di allineare l’analisi clinica con quanto previsto dalle linee guida di riferimento grazie ad un momento di riflessione “complessivo” sul paziente e sulla patologia.

Nell’elaborazione delle specifiche scientifiche dei software vi è stata un’interazione con i responsabili SIMG nazionali di area Cardiovascolare, Respiratoria e Metabolica con l’adozione da parte di opeNETica delle indicazioni emerse.

Il master agli animatori si è svolto grazie a contributi audio-video di illustrazione dei contenuti scientifici da parte dei responsabili SIMG di area scientifica coinvolta (G.Bettoncelli, A. Filippi e G. Medea) e con la presenza fisica, in aula, di C.Marulli (Segretario regionale SIMG Abruzzo) e di I. Paolini (Coordinatore SIMG Area Centro Italia).